Effetti della cannabis sulla pressione arteriosa: vantaggi e benefici

Posted on Category:blog
Effetti della cannabis

È possibile che il medico prescriva la cannabis per l’ipertensione? E quali sono gli effetti della cannabis sulla pressione arteriosa? In questo articolo rispondiamo insieme a queste domande. Partiamo dicendo che l’ipertensione consiste in una pressione sanguigna eccessivamente elevata, con valori che superano i 140 mmHg di massima e i 90 mmHg di minima. Ovviamente per poter parlare di ipertensione come vera e propria patologia, questi valori devono essere tali per più giorni consecutivi. Sulla pressione infatti possono condire molti fattori che potrebbero farla alzare in modo repentino e improvviso per una sola giornata appena, senza che questo possa comportare problemi per la salute. Se invece la pressione è elevata per più giorni, si tratta di una patologia che deve assolutamente essere tenuta sotto controllo.

I danni all’organismo che ne derivano sono innumerevoli infatti, anche molto gravi. Quali sono i possibili danni? Malattie cardiovascolari, ictus, insufficienza renale, giusto per fare alcuni esempi. In caso di ipertensione è fondamentale seguire un’alimentazione quanto più possibile sana, genuina ed equilibrata, praticare attività fisica ed evitare il fumo delle sigarette nonché il consumo eccessivo di alcol. È fondamentale anche fare affidamento sul medico curante.

Cannabis medicinale per combattere la distonia neurologica e alleviare i dolori

Posted on Category:blog
Cannabis medicinale

Dal 2006 anche i medici italiani possono prescrivere terapie a base di cannabis per alleviare i dolori di tipo cronico e quelli associati alla sclerosi multipla e a lesioni del midollo spinale. Terapie a base di cannabis medicinale possono essere prescritte anche per calmare nausea e vomito associate a chemioterapie e radioterapie nella cura dei tumori o dell’HIV. I medici possono scegliere anche di prescrivere la cannabis per stimolare l’appetito, cosa questa utile sempre per i soggetti che effettuano trattamenti anti tumorali così come in soggetti che soffrono di anoressia. Non solo, le terapie a base di cannabis possono essere prescritte anche nel caso di stress post-traumatico e in tutte quelle situazioni di movimenti involontari del corpo, come ad esempio avviene nella sindrome di Tourette.

Cannabinoidi: CBGA – benefico, efficace e molto potente

Posted on Category:blog
Cannabinoidi

THC e CBD, sono questi i cannabinoidi in assoluto più famosi. Sono sostanze presenti nella pianta di cannabis, che hanno effetti completamente diversi. Il THC infatti è una sostanza psicotropa. Modifica quindi la percezione. È considerata una droga ed è quindi illegale. Il CBD invece non è illegale, in quanto non ha effetti psicotropi. Nella sua composizione troviamo molte sostanze nutrienti per il nostro organismo. Sembra che sia uno tra i cannabinoidi in assoluto più benefici. Uno tra i più benefici, non l’unico. È importante infatti ricordare che nella pianta di cannabis sono in realtà presenti oltre 100 diverse tipologie di cannabinoidi.

Cannabinoide CBG: cos’è, caratteristiche e benefici

Posted on Category:blog
Cannabinoide CBG

Quando parliamo di cannabis, la nostra mente corre immediatamente a THC e CBD. Sono infatti i cannabinoidi più famosi. Il THC è famoso per i suoi effetti psicotropi, molecola questa considerata come una droga a tutti gli effetti e quindi illegale. Il CBD è invece un cannabinoide del tutto legale, che non comporta infatti effetti psicotropi di alcun genere. Il cannabinoide CBD viene consumato anche sotto forma di olio oppure compresse, un vero e proprio integratore alimentare. Sì, al suo interno infatti sono presenti elementi nutritivi che possono favorire il benessere del nostro organismo. Non solo, è considerato anche eccellente per il relax.